07 ago 2013

La boule de neige di Maurizio de Giovanni

I bastardi di Pizzofalcone

di Maurizio De Giovanni
Einaudi 316 pagine €18,00
isbn 9788806215736



Sono belle e misteriose le boule de neige, fin da quando furono inventate qualche secolo fa. Quei mondi di vetro che ricordano le sfere delle fattucchiere, sono clessidre che marcano il tempo dei sogni ma, talvolta,anche quello degli incubi, sì, perchè è un incubo quello che copre lentamente la polvere bianca della boule raccolta sotto la panca in casa della povera donna Cecilia de Santis ,dal commissario Giuseppe Lojacono. Il poliziotto osserva la bambolina con l'ukulele che canta felice la bellezza dei mari del sud dentro la palla di vetro, mentre tutt'intorno alla base della stessa, vischioso e nero, si spande il sangue della donna assassinata. E' stato un colpo terribile sferrato con quel souvenir di sogni alla base del cranio a porre fine alla vita della signora De Santis, moglie del notaio Arturo Festa.  Il commissario siciliano non fa una piega, sa che il nome e cognome di qualsiasi assassino è scritto nell'arma che ha adoperato per uccidere  ed è da lì che comincerà la sua ricerca. Ad aiutare il commissario in questo nuovo episodio saranno i poliziotti del Commissariato di Pizzofalcone,definiti dalle malelingue "bastardi", perchè si tratta di indesiderati, uomini e donne che si sono tutti macchiati di qualche episodio increscioso che, sotto la guida di Lojacono e dell'esperto capo commissariato Gigi Palma, avranno l'occasione di riscattare se stessi. De Giovanni ce li presenta uno ad uno, i suoi bastardi, come se anche noi lettori prima di proseguire nella lettura dovessimo fare squadra, imparare ad averne fiducia e forse, così sarà. Dunque in un lussuoso appartamento Mayya , colf bulgara, scopre il cadavere della sua padrona , la signora Cecilia de Santis. Cominciano le indagini, affidate per competenza a quelli di Pizzofalcone. Lojacono, da poco trasferito in quel commissariato dimenticato da Dio e dagli uomini, s'imbatte da subito in un muro di gomma, quello formato dai collaboratori del notaio Arturo Festa, tutti con le bocche cucite, tutti decisi a coprire l'ennesima scappatella del loro datore di lavoro che messo alle strette confesserà di aver passato il weekend a Sorrento in compagnia di una donna della quale si rifiuta di rivelare l'identità. Lojacono non è tipo da darsi per vinto al primo intoppo , è pronto a dare la caccia ad un nuovo infido "coccodrillo".
Un'altra bella prova di Maurizio De Giovanni che strizza l'occhio al grande Ed McBain, penso ai "bastardi" dell'87° Distretto, Steve Carella & C. e come il mitico romanziere italo-americano non vi deluderà.


di Luigi De Rosa





Maurizio De Giovanni,scrittore














Nessun commento: