09 lug 2011

Noi che amiamo leggere in metropolitana


Libricini gratis nelle stazioni della metropolitana partenopea
una formula di promozione della lettura che si è dimostrata
vincente; è stata per prima la storica Penguin agli inizi del Novecento a distribuire i suoi pocket ai viaggiatori britannici ed è un piacere scoprire ,dati alla mano,che soprattutto i giovani napoletani hanno apprezzato questo simpatico approccio al mondo dei libri.
Quest'anno ad essere premiata nell'ambito della decima edizione del Premio Metronapoli di Subway Letteratura che lancia nell'agone letterario nuovi talenti,è stata Rita Romano giovane psicologa di Scafati costretta alla sedia a rotelle (nella foto a destra) con il romanzo "Carillon" un toccante racconto su di una disabile che desidera un figlio ad ogni costo (tempo di lettura,sei fermate della metropolitana).
Se avete voglia di approfondire questa notizia e sapere in quali stazioni trovare i juke box lettereari per fare "incetta" dei nuovi romanzi vi consiglio l'articolo di Ida Palisi sul Mattino di Napoli edizione del 9 luglio 2011.
di Luigi De Rosa

Nessun commento: