02 feb 2014

Un commissario "malinconico"

Brevi dalla Terza pagina
(Corriere del Mezzogiorno 2 febbraio 2014)


Prima della battaglia
di Bruno Arpaia
Guanda pagine 183 € 15,00


Il protagonista di questo giallo è Alberto Malinconico, che i lettori di Bruno Arpaia hanno conosciuto e apprezzato nel libro "Il passato davanti a noi" dove era un giovane studente alle prese con le prime esperienze di lotta politica in una realtà difficile come quella napoletana, dove la mala politica è soprattutto camorra. In "Prima della battaglia" Malinconico è diventato un commissario di polizia ed è impegnato in un'indagine che sembrerebbe di routine: in un incidente stradale sulla tangenziale è deceduto il famoso scrittore Andrea Rispoli, in realtà si rivelerà un ginepraio che spingerà il poliziotto a districarsi fra le labirintiche stradine di Città del Messico sulle tracce del famigerato boss De Rosa.
Un romanzo ,questo di Arpaia, intrigante sia perchè,ambientato negli anni '70, ricorre per alcune scene alla ricostruzione di fatti realmente accaduti, come la fuga di Raffaele Cutolo dal manicomio di Aversa, sia perchè come ha osservato Francesco Durante nella sua recensione Arpaia sembra essersi concesso
" un'incursione in partibus infidelium. Ma va detto che se l'è concessa piegandola ai suoi strumenti espressivi,decisamente più alti di quelli che di norma si richiedono ai raccontatori di storie di genere".
Un motivo in più per leggere questo giallo.

a cura di Luigi De Rosa


(l'immagine nel post è tratta dal web; la citazione dal Corriere del Mezzogiorno , rubrica Letto&Visto,recensione di Francesco Durante 02 02 2014)

Nessun commento: