04 giu 2013

Dyuturna come back

L'inganno della morte


di Guglielmo Scilla
Kowalski 332p.,€ 14,00
isbn 9788874968312

Daniel ha tre grossi problemi, una madre che è rimasta molto delusa dal suo rendimento scolastico, una nonna che l'adora è lo vuole ,per le vacanze estive , nella sua grande tenuta nel piccolo paese dove vive da sempre e dove ogni anni si festeggia un'antica ricorrenza "La Festa delle Fiamme". Questa festa consiste in una gilda dove nove concorrenti che indosseranno un costume che rappresenterà altrettanti animali:l'ariete,il piccione,il polpo,l' asino,il ragno,il leone,la volpe,il castoro e il bruco, si sfideranno in una specie di palio al vincitore finale la riconoscenza di tutto il paese come fu per il leggendario primo rappresentanti che con l'aiuto degli animali liberò il paese dall'oscurità .Ed ecco il terzo problema di Daniel, per partecipare alla festa bisogna partecipare ad una riffa e a lui è toccato l'odiosissimo costume del verme, perdòn , del bruco, che non ha mai vinto il palio e forse porta anche sfiga! Fortunatamente le cose per il nostro eroe sembrano mettersi bene, perchè, bruco o non bruco, lui vince! A questo punto: la tragedia, Daniel muore, finisce in un oltre mondo chiamato  Dyuturna, in questa città dei morti conoscerà Cybele una ragazzina che gli mostrerà come recuperare la pace interiore perduta con la terribile e improvvisa dipartita. Ho trovato il testo ben scritto e di facile lettura, non molto originale, c'è un infarinatura di teorie New Age, un pizzico di Bambarèn e un pò di Coelho con una manciata di Tim Burton e Stephen King, nel complesso un romanzo che diverte e vista la giovane età la fantasia e la verve dell'autore destinato a sorprenderci con storie sempre più intriganti man mano che al talento si aggiungerà l'esperienza.
di Luigi De Rosa

Nessun commento: