06 gen 2014

A Piano di Sorrento "epifania" di emozioni



Tra due giorni è già Natale a Piano di Sorrento nello splendido scenario dell’Arciconfraternita SS Annunziata.


I canti della Corale Elpis e le letture del Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno hanno riscaldato una serata fredda e piovosa in una sala bella e stracolma.
Si è tenuto nello splendido scenario dell’Arciconfraternita SS Annunziata di Piano di Sorrento, la presentazione del libro “Tra due giorni è già Natale” edito dalla casa editrice Il quaderno edizioni. L’atmosfera della sede dell’Arciconfraternita e i canti della Corale Elpis hanno reso la vigilia dell’Epifania e la presentazione di un libro, che sta riscuotendo un notevole successo di pubblico e vendite, magica. "Tra due giorni è già Natale" è una raccolta di racconti,di autori vari,ispirati alla grande festività./Per sua natura il Natale è la festa dell'intimità,del ritorno alla famiglia,del calore del focolare domestico, ma anche un momento per guardarsi dentro,per tirare le somme di un periodo di vita trascorso,in una introspezione impietosa perchè sincera,vera.E' il momento del bilancio dell'azienda della propria anima. “Tra due giorni è già Natale” è il libro il cui ricavato delle vendite verrà devoluto all’associazione “contro le mafie” aderente alla rete di Libera. Venti racconti di autori diversi che narrano storie vere del Natale di Napoli e della sua provincia. Giorni di festa, fervidi preparativi, inveterate tradizioni, accesi colori, roventi passioni, forti emozioni, indelebili ricordi: è Natale a Napoli. “Tra due giorni è già Natale” storie vere, familiari, vissute, sentite, raccontate con energia e calore da: Gaetano Amato, Marcella Amato, Giovanni Antignani, Enrico Catapano, Anna Copertino, Stefania Cristiano, Luigi De Rosa, Antonietta Di Capua, Gennaro Fiorillo, Eliana Iuorio, Valerio Iermano, Celeste Napolitano, Francesco Paolo Oreste, Tonino Scala, Anna Scassillo, Carmine Spera, Stefania Spisto, Mario Visone, Emilio Vittozzi, Pippo Zarrella. Ad organizzare l’incontro è stato il Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno.  Il libro è stato introdotto dal Prof. Domenico Casa, si sono succedute poi letture toccanti a cura del gruppo culturale di stralci di racconti del libro in questione. Da segnalare la splendida interpretazione della ballata che da il titolo al libro “Tra due giorni è già Natale” di Tonino Scala presente alla presentazione insieme all’autore di Piano di Sorrento Luigi De Rosa che nel libro ha scritto il racconto “L’angiulillo con l’arteteca”. La partecipazione della Corale Elpis, diretta dal M° Giuseppe Masi, ha reso magica e unica una serata che nonostante la pioggia e il freddo ha visto la presenza di un numeroso e caloroso pubblico che ha riempito una sala ricca di affreschi e quadri: uno scenario unico e difficile da raccontare. Indimenticabile l’esecuzione del brano “Quanno nascette Ninno” a cura della Corale Elpis, un canto natalizio in napoletano, scritto da sant'Alfonso Maria de' Liguori. Da questo canto deriva Tu scendi dalle stelle. A chiudere la bella serata l’intervento del curatore del testo in questione, lo scrittore Tonino Scala, che nel ringraziare l’Arciconfraternita e il Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno si è soffermato sull’importanza di questo esperimento che vede insieme venti scrittori, l’escamotage del Natale per parlare della bella e difficile Partenope. 

di Tonino Scala 

"Quanno ll'anema lacreme chiove
e mmiezo gente sulo te siente,
pe' riuscì a levà chilli chiuove
e cantà cu nu core,felice e lucente:
ce sta na capanna c'accuoglie la gente!"*
La capanna di cui parla la poetessa Antonietta Di Capua in questi versi è la chiesa, anzi 'A Cchiesa, è così che ci siamo sentiti noi che il 5 gennaio abbiamo partecipato alla presentazione del libro
"Tra due giorni è già Natale", grazie alla passione, alla professionalità è all'Arte del professor Ciro Ferrigno e del suo Gruppo Culturale composto da attori e attrici che hanno saputo emozionare il pubblico con le loro interpretazioni così come la Corale Elpis ha incantato con melodie antiche di insuperata bellezza.Un ringraziamento particolare va al Professor Domenico Casa che ha illustrato il testo declinando le mille sfaccettature del Natale di Napoli,a Napoli,per Napoli.Grazie a don Pasquale Irolla e Giuseppe Cuccaro che hanno reso possibile tutto questo aprendoci le porte di quella che per una sera è stata la capanna, anzi 'a Cchiesa di tutti. "//Quanno in terra strania e sulagna,/'a fatica pe scalogna te manna/ e d''a famiglia  te manca ll'ammore:/ d''o Signore cerca a lucanna/ e virarraje ca ne siente ll'addore//".

a cura di Luigi De Rosa


* A'Cchiesa di Antonietta Di Capua tratta dalla silloge "Napule ammore mio";Il Quaderno Edizioni;2013.




Corale Elpis, foto di Tonino Scala

Nessun commento: