06 lug 2013

E' una questione di stile di vita



Forum di Biologia marina e di Ecologia
"Filippo Cavolini"
Vico 10 11 2012
Atti vol.1
Depurazione legislazione realtà
relazione del dott.Alessandro Bifulco

pagg.192

Il 3 luglio 2013 sul Corriere del Mezzogiono sono stati pubblicati due articoli il primo dal titolo : Ispra,rapporto da brividi: anguille e cozze al piambo.Nei fiumi cadmio e rame a firma di Luca Marconi, il secondo dal titolo : Lorenzin ,nuovo stusio su ambiente e tumori" a firma di Simona Brandolini. Se avrete modo di leggerli Vi indignerete e non poco, perchè?
Nel primo si descrive l'indagine nella Regione Campania condotta dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale , da esso si evince che nei nostri territori c'è una new entry, udite udite!, i metalli pesanti, non si parla più soltanto di coliformi fecali, ma nel mare , nelle anguille , nelle cozze hanno riscontrato la presenza di cadmio,cromo, mercurio e piombo  "derivanti dalle fogne e da scarichi industriali o abusivi che fanno strage degli stessi colibatteri", ciò che rende tutto  tragi comico è che nell'articolo successivo quello della Brandolini si legge : "Se si muore di più in un'area è anche una questione di stili di vita". La Ministra della Salute,Beatrice Lorenzin, è stata molto criticata per questa sua dichiarazione fatta durante ad un convegno a Napoli.Tre l'altro l'uscita della Ministra stona con le scuse porte alla Comunità della Terra dei Fuochi dal collega di Governo, Andrea Orlando (...)
Se ho letto bene , noi cittadini della Campania stiamo morendo di cancro prechè la camorra con tutte le connivenze del caso che abbiamo imparato a conoscere leggendo Gomorra etc etc, ha sotterrato l'impossibile nella nostra terra e voi Istituzioni ci venite a dire che se crepiamo di cancro più degli altri è per il nostro stile di vita?
Nell'articolo di Luca Marconi c'è anche una citazione alla studio del coraggioso e coscienzioso medico analista Alessandro Bifulco sugli sversamenti in mare in Costiera sorrentina che in passato "hanno fatto impazzire  i depuratori chimico betteriologico", se avete voglia di capire come siamo messi in Costiera chiedetene copia all'Unitre di Vico Equense che ha edito il testo, saprete di fanghi e cromo sversati in mare. Quello che trovo insensato di noi gente del Sud è che nessuno si indigna e protesta per tutto questo. Si scende in piazza per vedere il Giro d'Italia , ma non per Ospedali e Salute, sappiamo criticare, in questo bravi tutti e quando ci ammaliamo da buoni meridionali cerchiamo la raccomandazione per un posto nell'ospedale migliore al Nord e saremo pure disposti a  pagare, ma la Salute non è un Diritto? Sì, sono d'accordo con la Ministra ci ammaliamo di più degli altri  per il nostro stile di vita che ci porta a pensare solo ed unicamente al nostro orticello e a demandare tutto il resto ad altri che penseranno al proprio orticello,ci fregheranno, li criticheremo di nuovo, ma in fondo ci sta bene così, o mi sto sbagliando?

di Luigi De Rosa 

1 commento:

Anonimo ha detto...

Luigi ho il libro e conosco il problema: mi è bastato un laboratorio scolastico di scienze condotto in modo eccellente dalle prof Ambrosio e Crimi, per sapere cosa c'è nell'acqua che dai nostri rivi arriva alla spiaggia di Piano. I dati i nostri alunni li hanno presentati a villa Fondi nella giornata mondiale della terra organizzata dal bravo Biagio Verdicchio. Peccato che ad ascoltarli ci fossero solo i compagni di classe... ;)
P.s. Ci vediamo sabato...
Mariella Nica